Nel marchio “Il Tecnico del Futuro”, è stata inserita in successione cromatica e gradazione, l’intera gamma colore, questo perché in ogni colore possiamo ritrovare una parte del nostro io, e perché proprio la percezione degli stessi dà ad ogni individuo un senso di appartenenza e in qualche modo può rispecchiarsi in quello che vede e sentirsi quindi rappresentato.
Lo sport in sé è coesione. Prima di tutto lo sport di squadra che unisce più atleti diversi, per caratteristiche e capacità ma, integrati insieme producono una forza e un entusiasmo incalcolabile. Lo sport individuale anche lui inserito in questo “gioco” colore-forme si integra e si unisce all’appartenenza di una bandiera, diventando quindi squadra.
Se poi vogliamo dare indicazioni specifiche al significato di ogni colore, il rosso: forza, aggressività. Arancio: è gioia, dona buonumore e altruismo. Giallo: colore dell’Io interiore, chi lo indossa si sente bene con se stesso. Verde: centrale nella scala colore è la rappresentazione dell’equilibrio energetico, il suo effetto è rilassante. Blu indaco, colore della calma che denota anche una certa riservatezza. Viola: unione tra blu e rosso (sacro e profano), le gradazioni chiare esprimono sensualità, quelle più scure spiritualità. E poi il grigio: intelligenza e solidità, utilizzato per le silhouette.
Altro ancora si potrebbe dire sull’uso del colore, ma quello che voglio esprimere in queste righe di testo e tra le linee nel marchio, è la passione forte che muove lo spirito di ogni atleta, che non è catalogabile con colori e forme, lei è una bella mistura! Esiste e si esprime liberamente nel nostro modo di vivere lo sport, che poi diventa anche il nostro modo di vivere la vita…

Nada Moretto
Art Design